fbpx

Turismo italiano post COVID: come cambia la domanda degli italiani? (previsioni e soluzioni)

calo-turismo-in-italia

Ribadire i che il settore del turismo è tra i più colpiti della pandemia è cosa nota. I numeri di Federalberghi registrano un calo delle presenze dell’80,6% rispetto a giugno 2019anche il turismo domestico riporta un calo di circa il 67%. In questo periodo senza l’impatto del COVID-19, in Italia ci sarebbero state 81 milioni di presenze (ossia il 18% del totale annuale) in strutture alberghiere. E nel trimestre marzo-giugno, solamente i turisti stranieri avrebbero speso circa 9,4 miliardi di euro. 

Dal punto di vista della domanda, nonostante l’indebolimento e l’eliminazione della maggior parte delle restrizioni, secondo un sondaggio The Fool/GlobalWebIndex il 66% dei partecipanti afferma che tornerà a viaggiare soltanto quando si sentirà sicuro e non appena sarà possibile Risposte prevedibili se si pensa a come è cambiata la domanda turistica nel periodo post covid. 

calo-del-turismo-in-italia-dati-e-previsioni
Fonte: Il Sole 24 ore

Vacanze in Italia 2020: i fattori che influenzano la domanda 

Se da un lato gli italiani preferiscono trascorrere le vacanze nel Bel Paese, anche incentivati dai voucher e dalle altre misure previste dal Governo, dall’altra oltre il 50% di questi attenderanno a spostarsi a causa di una serie di fattori con cui fare i conti: l’incertezza, la paura e la diffidenza verso il prossimo da un lato, e sicuramente il fattore economico dall’altro. 

Quali saranno le conseguenze dettate da tali fattori? 

  • Perenne incertezza per i tour operatorla paura dei nuovi contagi sarà causa di un ritardo massimo delle prenotazioni, che si traduce in una domanda orientata principalmente sui pacchetti last minute. 
  • Timore per l’igiene e sanificazione degli ambienti: notevoli sono e saranno le spese rivolte all’igienizzazione delle strutture, delle camere, piscine, spiagge ecc. Un fattore che andrà ad incidere notevolmente sulla scelta della destinazione.
  • Paura delle aggregazioni: le limitazioni emesse dalle autorità da un lato e il senso di diffidenza che prevale dall’altro, condurrà a scegliere mete e strutture ricettive tranquille e isolate.
  • Assicurazione sanitaria: il Coronavirus ha centralizzato il tema della saluteHa reso tutti consapevoli che possiamo ammalarci e che prendere le dovute precauzioni è fondamentale. L’attenzione sanitaria sarà dunque predominante prima di effettuare una prenotazione. 
  • Bisogno di flessibilità: l’incertezza si traduce in bisogno di flessibilità nelle prenotazioni (cancellazioni gratuite o parziali) e nelle tariffe. 

Vacanze in Italia 2020: soluzioni per rilanciare il turismo 

Voucher Gate si propone come soluzione a tutte le conseguenzsopradettate. In che modo? 

Sei in possesso di un voucher che per qualunque motivo non puoi usufruire? Noi ti offriamo la possibilità di rivendere e monetizzare il titolo del viaggio in totale sicurezza e trasparenza. Scopri di più su: RIVENDITA-VOUCHER. 

Lavori nel settore del turismo? Il portale ha una funzione di supporto alle strutture e agli Stakeholder nel settore turistico, favorendo cross selling e acquistion. In che modo? Chiunque voglia acquistare un voucher potrà faro direttamente dal sito. Se il pagamento andrà a buon fine, il cliente riceverà una mail indicante il termine di recesso, trascorso il quale avverrà il trasferimento del voucher. Infine, sarà nostro compito comunicare alla struttura tutti i dettagli e l’avvenuto cambio di acquirente. Per maggiori informazioni, non esitare a contattarci.